The mystical Craco

Craco, avvolta nell’alone del mistero, si erge abbandonato nel suggestivo sud della Basilicata. Le sue antiche strade di pietra e le case diroccate sussurrano storie di un passato dimenticato, mentre un’atmosfera mistica permea l’aria.

Abbandonato nel corso del tempo a causa di frane e instabilità strutturali, Craco è ora un luogo in cui il tempo sembra essersi fermato. Le sue case, intrise di storia e segreti, si ergono come sentinelIe silenziose di un’epoca passata. Camminare attraverso i vicoli desolati offre un’esperienza intrisa di fascino e inquietudine, con le case diroccate che custodiscono ancora il sussurro degli eventi passati.

La vista panoramica dal paese abbandonato, sospeso tra cielo e terra, aggiunge un tocco magico a questa atmosfera enigmatica. La natura selvaggia che ha reclamato il suo spazio crea un’aura surreale, contribuendo a dipingere Craco come un luogo misterioso e affascinante.

Custode di segreti sepolti e di racconti perduti nel tempo, Craco attrae viaggiatori e avventurieri desiderosi di immergersi nell’oscura bellezza della sua decadenza.
Un’esperienza unica attende coloro che osano addentrarsi tra le rovine, svelando la magia di questo luogo abbandonato intriso di mistero.

Si narra di una potente strega che vive in solitudine nel serbatoio oramai vuoto posto sotto la torre più alta del paese. Alcuni dicono che, per evitare di essere disturbata dagli abitanti, la strega abbia causato quella maledetta frana. Costringendo le ultime persone che insistevano a rimanere tra quelle case a scappare.

Durante la mia ultima visita, ho notato come la vegetazione sia cambiata nel corso degli ultimi anni. In particolare, ho osservato che proprio alla base della torre, tra due massi di roccia, è spuntata una pianta di “Datura stramonium”, nota come l’erba delle streghe o del demonio, a motivo della sua alta tossicità. Questa pianta è ampiamente utilizzata nella preparazione di pozioni o filtri letali.

Nel paesaggio selvaggio e desolato si possono avvistare numerosi corvi che volteggiano sopra la torre abbandonata. Si dice che siano gli occhi e gli alleati della strega misteriosa che risiede al suo interno. Le leggende narrano di un patto oscuro tra la strega e questi corvi, che li ha resi suoi messaggeri e custodi del suo potere. Si dice che quando i corvi volano in stormi e gracchiano in modo sinistro, sia un segno della presenza imminente della strega e dei suoi incantesimi oscuri. L’atmosfera intorno alla torre è impregnata di un’aura di mistero e timore, alimentata dalla presenza dei corvi e dalla presunta magia della strega che ancora osserva il paese dal suo solitario rifugio.

La musica che fa da tappeto audio di questo video è il frutto delle mie sensazioni e percezioni assimilate durante una recente visita alla città mistica di Craco.

Ci andreste mai ?

Qui è per saperne di più sull’erba delle streghe

About the Author
Sian pur meravigliose le leggende, vere il poeta con arte le rende. -- GOETHE
Scroll to top